Servizi all’utenza

Cerca in queste pagine tutte le informazioni relative ai servizi per gli utenti di AMAP S.p.A.

Domande frequenti

Chi è legittimato alla stipula di un contratto di fornitura idrica?

Sono legittimati a stipulare i contratti di fornitura idrica:

  1. I proprietari o loro delegati: in questo caso, la delega prodotta in forma scritta, deve contenere gli elementi identificativi delle parti (delegante e delegato) e l’oggetto cui fa riferimento la delega.
  2. Gli usufruttuari degli immobili.
  3. I locatari degli immobili.
  4. I coeredi o comproprietari dell’immobile.
  5. Gli Amministratori o loro delegati (per le Società).
  6. Gli Amministratori pro tempore (per i Condomini).

Quanto costa stipulare un nuovo contratto di fornitura idrica?

I costi sono indicati all’interno del vigente Regolamento di Distribuzione Idrica, pubblicato sul Sito.

E’ possibile stipulare contratti con gli inquilini?

Si, ma per farlo è necessario che l’inquilino produca l’apposito nulla-osta (mod. a.v. – Nulla osta proprietario) da parte del proprietario nonché copia del contratto di affitto regolarmente registrato (o titolo equivalente).

E’ possibile volturare un contratto di fornitura idrica all’inquilino?

Si, ma per farlo è necessario che l’inquilino produca l’apposito nulla-osta (mod. a.v. – Nulla osta proprietario) da parte del proprietario nonché copia del contratto di affitto regolarmente registrato (o titolo equivalente).

Come e dove presentare le richieste di stipula di nuovo contratto di fornitura idrica o di nuovo contratto idrico?

Le richieste possono essere presentate presso gli Uffici di via Volturno 2 tutti i giorni dal lunedì al venerdì, dalle ore 8,30, alle 13,30, ed il giovedì anche dalle ore 15,15 alle ore 17,30 o via email all’indirizzo contratticlienti@amapspa.it, via FAX allo 091279303 o 091279210, oppure via posta indirizzandole all’Ufficio Contratti “Amap S.p.A.” – Palermo 90138 – Via Volturno n° 2.

Chi può recedere dal contratto di fornitura idrica?

Può recedere dal contratto di fornitura idrica, il cliente che, formalizzando la richiesta, ne dimostri la titolarità.

E’ possibile usufruire dell’agevolazione ISEE come utente all’interno di un condominio che ha con AMAP SpA un regolare contratto di fornitura idrica?

E’ possibile usufruire dell’agevolazione ISEE solo a condizione di stipulare apposito nuovo contratto per utenza singola, producendo alla momento della richiesta, giusta autorizzazione al distacco dall’impianto idrico condominiale da parte dell’Amministratore.

Quando deve essere prodotta l’attestazione della residenza dell’intestatario del contratto?

L’attestazione deve essere presentata dall’intestatario del contratto al ricevimento della fattura nella quale questa viene richiesta. Nel caso in cui fosse presentata successivamente all’emissione della fattura seguente quella con la quale l’attestazione stessa era stata richiesta, lo “status” di Residente produrrà gli effetti (applicazione tariffa Residenti) solo con l’emissione delle successive fatture.

Nel caso di contratto di fornitura idrica a servizio di più unità immobiliari, come viene attribuito lo “status” di Residente

In questi casi, se l’intestatario è un Condominio, viene attribuito lo “status” di Residente; nei casi in cui l’intestatario è invece una (o più) persona fisica, lo “status” viene attribuito sulla base dell’attestazione di residenza prodotta dall’intestatario.

Secondo quali criteri puo’ avvenire la fatturazione delle tariffe riferite alla tipologia “altri usi”?

Relativamente alla Tipologia Altri Usi (ex uso non domestico) l’Utente ha la possibilità di scegliere la metodologia di fatturazione a consumo o a moduli.
In particolare, la fatturazione a consumo implica una determinazione degli importi sulla base dei volumi di acqua effettivamente consumati e delle relative tariffe differenziate per fascia secondo quanto nella tabella sottostante riportato.
TARIFFE SERVIZIO IDRICO INTEGRATO PER ALTRI USI

Da m³ A m³ € / m³
Tariffa Base 0 88 0,885806
88 140 0,885806
140 200 0,885806
Tariffa 2° supero 200 260 1,550161
Tariffa 3° supero 260 Oltre 2,214515
Tariffa fognatura 0,251040
Tariffa depurazione 0,669440
Quota fissa 40,00

La fatturazione a moduli impone invece all’Utente la scelta e l’acquisto di un numero di moduli calcolato in relazione ai consumi annui stimati (ogni modulo è composto da 140m³).

Con la fatturazione a moduli, come vengono applicate le tariffe nel caso di consumo superiore rispetto a quelli previsti al momento della stipula del contratto?

A consuntivo, nel caso di consumi rilevati superiori rispetto a quelli preventivamente sottoscritti al momento della stipula del contratto, la parte eccedente verrà addebitata sulla base dell’articolazione tariffaria vigente.

Con la fatturazione a moduli, come vengono applicate le tariffe nel caso di consumo inferiore rispetto a quelli previsti al momento della stipula del contratto?

L’Utente in questo caso è tenuto al pagamento di tutti i moduli pattuiti in contratto.

In sintesi, se l’Utente opera la scelta di sottoscrivere 10 moduli e nell’anno consuma 2.800 m³ (in luogo degli stimati 1.400 m³ al momento della sottoscrizione del contratto), i volumi eccedenti i 1.400 m³ (e fino ai 2.000 m³) vengono fatturati a tariffa base, i volumi eccedenti i 2.000 m³ e fino a 2.600 m³ a tariffa con 2° supero e i volumi eccedenti i 2.600 m³, alla tariffa 3° supero.

Qualora lo stesso Utente invece consumi nell’anno di riferimento meno m³ (ad es. 1.000 m³) rispetto a quelli per i quali ha sottoscritto il contratto per moduli, comunque è tenuto al pagamento di tutti i moduli pattuiti in contratto.

Si riporta di seguito a tal fine un esempio identificativo:

CONSUMO ANNUO PREVISTO TIPOLOGIA DI CONTRATTO PIU’ CONVENIENTE
Da m³ A m³
0 266 a consumo
267 460 2 moduli
461 660 3 moduli
661 860 4 moduli
861 1060 5 moduli
1061 1260 6 moduli
1261 1460 7 moduli
1461 1660 8 moduli
1661 1860 9 moduli
1861 2060 10 moduli
Quota fissa Per ogni modulo € 40,00

Da quanto sopra rappresentato si deduce, in linea di massima, che gli Utenti con tipologia tariffaria ALTRI USI che stimano consumi annui inferiori ai 266 m³, hanno convenienza a stipulare un contratto a consumo (uguale a quello attualmente in essere), mentre in caso di previsione di consumi maggiori, potrebbe invece trovare più conveniente la sottoscrizione di un contratto per moduli.

Come viene determinata la quota fissa?

Per le utenze domestiche è pari al numero di unità immobiliari per 28,00 euro annui.

Per gli altri usi è pari al numero di moduli per 40,00 euro in entrambi i casi l’importo di quota fissa addibitato in fattura è pari all’importo annuo rapportato al numero di giorni cui la fattura si riferisce.

Quando avviene la sospensione della fornitura idrica per morosità?

La sospensione viene disposta a seguito di inadempienza nel pagamento della/e fattura/e, entro i tempi indicati sull’avviso di costituzione in mora inviato dall’AMAP S.p.A. Il Cliente, a seguito della contestazione scritta del debito nei confronti della Società, potrà adempiere regolarizzando tempestivamente la sua posizione e dandone comunicazione all’Ufficio Recupero Crediti di Via Volturno 2, evitando così la sospensione della fornitura.

Quando avviene la riattivazione della fornitura a seguito della cessazione per morosità?

La riattivazione avviene entro i 2 giorni lavorativi successivi alla dimostrazione dell’avvenuto pagamento del debito dovuto, presso gli Uffici del Recupero Crediti dell’AMAP S.p.A. Per la riattivazione della fornitura, il Cliente è tenuto a corrispondere un diritto fisso di € 50,00 che sarà addebitato sulla prima fattura utile.

Cosa è il ramo fognario privato?

E’ il tratto di condotta fognaria che si dirama dalla rete fognaria cittadina alla proprietà privata.

Cosa s’intende per razionalizzazione del ramo fognario?

La razionalizzazione è l’intervento finalizzato alla riparazione del tratto privato della fognatura.

Perchè non riesco a comunicare al numero verde 800 914 348 l’autolettura del contatore?

Le cause più probabili possono essere le seguenti:

  1. il giorno in cui viene comunicata la lettura non è compreso tra quelli indicati in bolletta per la comunicazione della lettura
  2. il telefono non è settato sulla frequenza multidecadica

Per il pagamento delle fatture a conguaglio entro 60 giorni verrà applicata anche la morosità?

Per i pagamenti di fatture a conguaglio entro il termine di 60 giorni dalla loro scadenza, verranno applicati gli interessi legali e nessuna morosità.

Made with heart by DRTADV