Servizi all’utenza

Cerca in queste pagine tutte le informazioni relative ai servizi per gli utenti di AMAP S.p.A.

Recupero crediti

Regolazione della morosità

Deliberazione ARERA 311/2019/R/IDR (REMSI) del 16/07/2019

 

Cosa succede se non si paga una bolletta entro il termine di scadenza?
(artt. 3, 4, 7 REMSI)

Trascorsi almeno 10 giorni solari dalla scadenza della fattura, Amap può inviare al cliente una comunicazione di sollecito bonario di pagamento tramite raccomandata con avviso di ricevimento o PEC (posta elettronica certificata).

Il sollecito bonario contiene i riferimenti alla bolletta non pagata, i canali disponibili per comunicare l’avvenuto pagamento o contestare il sollecito ed il termine oltre il quale, se la bolletta risulterà ancora non pagata, il gestore avvierà la procedura di costituzione in mora.

Se a seguito del sollecito bonario la bolletta non viene pagata, decorsi almeno 25 giorni solari dalla scadenza della bolletta e comunque non prima del termine per il pagamento previsto nel sollecito bonario, Amap può inviare al cliente una comunicazione di costituzione in mora, tramite raccomandata con avviso di ricevimento o PEC (posta elettronica certificata).

La costituzione in mora contiene i riferimenti alla bolletta non pagata e al sollecito bonario, i canali disponibili per comunicare l’avvenuto pagamento o contestare la costituzione in mora e il termine ultimo oltre il quale, se la bolletta risulterà ancora non pagata, Amap utilizzerà il deposito cauzionale come pagamento e, nel caso in cui il debito sia maggiore del deposito cauzionale, saranno attivate le procedure di limitazione, sospensione o disattivazione della fornitura.

In caso di utenza condominiale, Amap non può procedere alla limitazione, alla sospensione o alla disattivazione della fornitura se per il debito oggetto di costituzione in mora è stato eseguito un pagamento parziale che copra almeno la metà del debito complessivo entro il termine ultimo indicato nella comunicazione di messa in mora.

Se entro 6 mesi dalla data del pagamento parziale il condominio non provvede a saldare l’intero importo dovuto, Amap potrà procedere alla limitazione, sospensione o disattivazione della fornitura.

In caso di utenza non disalimentabile la fornitura non può essere sospesa né disattivata, le utenze disalimentabili sono le utenze ad uso domestico residente che beneficiano del bonus acqua, le utenze ad “uso pubblico non disalimentabile” quali, ad esempio, scuole, ospedali, strutture militari o di vigilanza, carceri, bocche antincendio.

Quali sono i costi aggiuntivi nei casi di bollette pagate in ritardo?
(art. 4 REMSI)

Il mancato pagamento delle bollette entro i termini di scadenza determina l’addebito:

  • degli interessi di mora calcolati dalla data di scadenza fino a quella di effettivo pagamento nella misura stabilita dall’art. 4 Delibera Arera 311/2019
  • dei costi sostenuti per la spedizione del sollecito bonario e della costituzione in mora
  • dei costi sostenuti per gli interventi di limitazione, sospensione, disattivazione, ripristino e riattivazione della fornitura

È possibile rateizzare una bolletta non pagata?
(art. 5 REMSI)

Sì, Amap prevede la possibilità di sottoscrivere un piano di rientro del debito relativo alle bollette, il piano di rateizzazione ha durata minima di 12 mesi, con rate non cumulabili di frequenza pari a quella della fatturazione, salvo diversi accordi tra le parti, secondo le modalità e i requisiti illustrati alla sezione https://www.amapspa.it/it/bolletta/rateizzazione-della-bolletta/

Se l’utente non paga una rata, il relativo importo può essere maggiorato degli interessi di mora e, in caso di rateizzazione di bollette costituite in mora, l’utente deve saldare l’intero debito residuo entro 20 giorni dalla scadenza della rata non pagata. In caso di inadempimento Amap potrà procedere alla limitazione, sospensione o disattivazione della fornitura senza ulteriore preavviso.

A seguito di una notifica di una comunicazione di costituzione in mora, il termine per richiedere la rateizzazione è entro il quinto giorno solare antecedente il termine ultimo per il pagamento dell’importo oggetto di costituzione in mora.

 

Come si comunicano i pagamenti delle bollette oggetto di sollecito o costituzione in mora?
(art. 6 REMSI)

In caso di pagamenti effettuati mediante il bollettino PAGOPA allegato alle comunicazioni di sollecito non è necessario procedere alla comunicazione del pagamento: il bollettino PAGOPA garantisce e assicura la tempestiva ed automatica registrazione dell’incasso.

In caso di pagamento tramite bonifico bancario su conto corrente IBAN IT59A0200804642000300023622, è necessario inviare copia del mandato all’indirizzo mail pagamentimorosi@amapspa.it specificando nell’oggetto della comunicazione “pagamento sollecito bonario/costituzione in mora servizio xxxxxxxx (indicando il codice servizio riportato in bolletta e nelle lettere di sollecito)”.

 

Indennizzi automatici
(art.10 REMSI)

Amap dovrà corrispondere all’utente finale un indennizzo automatico di importo pari ad € 30,00 (trenta) in caso di:

  • sospensione o disattivazione per morosità di una utenza non disalimentabile
  • – disattivazione della fornitura per morosità ad un utente finale domestico residente, fatto salvo quanto previsto al comma 7.5 del REMSI
  • limitazione, sospensione o disattivazione per morosità in assenza di invio della comunicazione di costituzione in mora
  • limitazione, sospensione o disattivazione per morosità nonostante l’utente finale abbia provveduto a comunicare l’avvenuto pagamento nei tempi e con le modalità previste al comma 7.5

Amap dovrà corrispondere all’utente finale un indennizzo automatico di importo pari ad € 10,00 (dieci) in caso di:

  • limitazione, sospensione o disattivazione per morosità effettuata in anticipo rispetto al termine indicato nella lettera di costituzione in mora,
  • limitazione, sospensione o disattivazione per morosità effettuata sebbene il cliente abbia inoltrato richiesta di rateizzazione nei tempi e con le modalità di cui all’articolo 5
  • limitazione, sospensione o disattivazione per morosità in mancanza di invio sollecito bonario di pagamento
Made with heart by DRTADV